NoiPA: Alla USL Roma H si lavora senza Stipendio. Comunicato stampa della CISL Medici e CISL FP di Roma Capitale

ASL Roma H

É dal mese di ottobre scorso che i dipendenti dell’Azienda USL Roma H vengono penalizzati a causa dell’inefficienza del sistema di gestione degli stipendi NoiPa.
Clamorosi errori nel calcolo dell’orario di servizio che si traducono nel mancato pagamento delle ore di lavoro, errori nel calcolo delle assenze per congedi o permessi che creano la mancata copertura del debito orario sono riscontrati con effetti devastanti sulla busta paga che viene sistematicamente “alleggerita” quando addirittura non dimezzata.La CISL FP ha segnalato il problema fin dal mese di novembre u.s., anche alla Regione Lazio, ma da allora nulla è variato.


“Mentre la Regione e l’Azienda USL Roma H si rimpallano le responsabilità senza risolvere il problema i dipendenti continuano a pagare di tasca propria”
“non si riesce a comprendere per quali motivi solo l’Azienda USL Roma H non garantisca i diritti ai propri dipendenti, visto che lo stesso sistema è stato adottato anche da altre Aziende ed i problemi iniziali sono stati pressoché azzerati”.
IL Disservizio investe anche l’area della Dirigenza. lo denuncia congiuntamente anche la CISL Medici che rappresenta i disagi dei Dirigenti Medici penalizzati pesantemente “non ci viene conteggiato l’orario di servizio effettuato perché non riconosciuto dal sistema. Addirittura in alcuni casi il lavoro prestato ha generato un saldo negativo, come se fossero ore non lavorate! Di conseguenza la perdita economica è notevole”.
La CISL Medici e la CISL Funzione Pubblica ritengono inconcepibile il comportamento dell’Azienda Castellana che continua a prendere “sottogamba” il gravissimo disagio, quando non vera e propria vessazione, cui sta sottoponendo i propri dipendenti.
La Roma H dimentica di essere Datore di Lavoro direttamente responsabile e per questo perseguibile quando non assolve compiutamente ai propri obblighi come fanno i suoi dipendenti ancorché non correttamente retribuiti.
Perdurando tale noncuranza dei propri obblighi contrattuali chiameremo la Direzione Generale a rispondere in sede giudiziale per il ripristino della legalità e per la ripetizione di quanto sottratto dalle Buste Paga.

Stampa