In pochi giorni investiti due agenti della Polizia Locale e Tivoli La Cisl Fp Roma Capitale Rieti chiede maggiori tutele per la categoria.

A distanza di pochi giorni la Polizia Locale registra due infortuni sul lavoro nella nostra provincia.

In entrambi i casi si tratta di due colleghe agenti, una investita pochi giorni fa a seguito di una carambola di auto mentre effettuava i rilievi di un incidente stradale a Pomezia, e l’altra investita sulle strisce pedonali, questa mattina a Tivoli, mentre terminava il proprio servizio di viabilità proprio all'incrocio dove un automobilista l'ha colpita.

Fortunatamente, le conseguenze non sono state gravi, e se la sono cavata con contusioni e un grande spavento, ma questi episodi dimostrano, se mai ce ne fosse stato bisogno, come la professione di agente o ufficiale di Polizia Locale sia estremamente rischioso al pari delle altre forze di polizia.

La Polizia Locale è sempre più in tutti i comuni italiani la divisa più presente in strada, tutte le mattine agli incroci e in prossimità di scuole, piazze e mercati, e nel resto della giornata per le vie cittadine per garantire la sicurezza stradale e urbana.

Primo baluardo di sicurezza e biglietto da visita delle nostri comuni, purtroppo le cronache raccontano con sempre maggiore frequenza episodi di aggressioni e minacce subite nel corso dello svolgimento del proprio servizio.

La CISL FP di Roma Capitale e Rieti, esprimendo la propria solidarietà alle colleghe di Pomezia e di Tivoli, ribadisce la necessità di adeguati dispositivi di protezione individuali, di protocolli che assicurino la sicurezza dei lavoratori e che sia al più presto avviato l’auspicato, da oltre trenta anni, percorso di riforma della Polizia Locale riconoscendo sia la specificità della mansione svolta, sia  i necessari adeguamenti in tema di salario e di tutele previdenziali ed assistenziali per ufficiali ed agenti della Polizia Locale al pari delle forze di polizia statali.

 

Stampa