Sanità, passo avanti all’incontro sindacati-Regione Lazio sulla questione precariato. Cgil Cisl Uil: “Bene impegno sull’applicazione del Milleproroghe: stabilizzazione per i precari con i requisiti della legge Madia”

“Un passo avanti sulla soluzione della questione precariato nella Sanità del Lazio”. E’ positivo il giudizio ci Giancarlo Cenciarelli, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini - segretari generali di Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Lazio e Uil Fpl Roma e Lazio – dopo l’incontro di oggi alla Regione Lazio, nel quale amministrazione regionale e rappresentanze sindacali hanno concordato, da qui al 2021, la road map per la stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato del Servizio sanitario regionale.

“Abbiamo condiviso l’impegno a dare certezza agli operatori precari applicando quanto previsto dal decreto Milleproroghe, vale a dire a stabilizzare i lavoratori in possesso dei requisiti previsti dalla legge Madia”, spiegano i segretari di categoria di Cgil Cisl e Uil. “E’ un impegno importante che consentirà di dare futuro alle tante professionalità che ogni giorno lavorano al servizio dei cittadini e che di certo contribuirà a rilanciare i servizi regionali per la salute”.

“Ora verificheremo che tutte le aziende sanitarie e ospedaliere prendano atto della decisione e che si proceda speditamente con le procedure di stabilizzazione”, concludono Cenciarelli, Chierchia e Bernardini.

Stampa